Fabio Miletto Granozio nella sua masseria.

Fabio Miletto Granozio nella sua masseria.

Luciano Pignataro, classe 1957, giornalista, scrittore e gastronomo italiano, ha pubblicato sul suo blog personale una splendida recensione sulla nostra Masseria. Pignataro e il suo staff nel suo lungo articolo hanno descritto nei dettagli tutto ciò che la Masseria La Morella rappresenta, parlando della sua storia, delle vigne e descrivendo nei dettagli i vini che produciamo, riuscendo a cogliere a pieno l’anima de La Morella.

L’articolo si apre con queste parole “Fascino antico e fuori dal tempo caratterizzano questa struttura del Settecento nella bella campagna di Battipaglia, centro pulsante della Piana del Sele, che da metà dell’Ottocento è di proprietà della famiglia di Fabio Miletto Granozio che la ha ereditata dal padre.”. Pignataro non poteva utilizzare parole più belle, infatti il fascino antico è proprio ciò che caratterizza la nostra Masseria ed è ciò che affascina da sempre tutti i nostri visitatori. Prosegue parlando delle nostre coltivazioni, in regime completamente biologico: rucola, basilico, scarola, radicchio, pan di zucchero, zucca, uva e melone.

Procede poi facendo un excursus sulle nostre splendide vigne impiantate nel 2008. Parla dell’Aglianico il nostro top aziendale al quale negli anni si sono aggiunti il Bianco da Falanghina, il Rosso e il Rosato da Aglianico, tutti e tre vinificati in purezza. “La bella cantina del Settecento non è usata per la vinificazione ma per eventi e banchetti”: Luciano Pignataro specifica ciò che per noi rappresenta un grande vanto!

Pignataro

Luciano Pignataro – giornalista, scrittore e gastronomo.

L’articolo si conclude parlando di un altro punto di forza de La Morella: il luogo in cui è situata ovvero la Piana del Sele. La nostra Masseria infatti si trova in un punto strategico, da cui partire per visitare tanti bellissimi luoghi. In poco tempo infatti è possibile raggiungere Reggio Calabria, il Golfo di Salerno, la Costa d’Amalfi e il Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano nonché le aree archeologiche di Pompei ed Ercolano.

Vogliamo ringraziare Luciano Pignataro e  Novella Talamo per la splendida recensione e per essere riusciti a spiegare con parole semplici ciò che davvero rappresenta per noi la Masseria la Morella.

Leggi la recensione sul sito di Luciano Pignataro