Castrum Olibani: il castello longobardo di Olevano sul Tusciano

Ingresso alla parte centrale del Castrum Olibani

Tra le tante splendide escursioni  che si possono organizzare partendo dalla Morella, quella al “Castrum Olibani” è una delle più brevi. Sono ampiamente sufficienti 2h30′ di tempo  libero per l’intera gita, compreso il tragitto in macchina. Naturalmente una maggiore disponibilità di tempo permetterà di godere al meglio di tutti gli aspetti sia paesaggistici che archeologici.

Alcune notizie sul Castello, la cui costruzione risale al IX secolo, sono disponibili in rete. Raccomandiamo ad esempio  questo sito e questo video.

Come arrivare:

Utilizzando preferibilmente Google Maps, cercare il Santuario Cannabosto, nel comune di Olevano sul Tusciano. In alternativa usare le coordinate 40.675444,15.028521 oppure direttamente questo link . Il tragitto in macchina, che attraversa i paesi di Monticelli e di Salitto, entrambi frazioni di Olevano sul Tusciano,  richiede circa 25 minuti.

Poco prima di arrivare al piccolo santuario, conviene fermarsi nell’ampio parcheggio in cima al passo che separa l’alta Valle del Tusciano (che scende da Nord a Sud, ad Est del passo), dal paese di Salitto e da tutta la pianura che da Montecorvino Rovella scende verso il mare. La vista è notevole e merita una sosta.

Visto dal passo che da Salitto porta alla Valle del Tusciano.

Il santuario Cannabosto.

Procedendo oltre il santuario, solitamente chiuso, seguire la strada sterrata con alcuni tratti asfaltati. La strada richiede una guida attenta e preferibilmente un fuoristrada. Le condizioni variano a seconda delle stagioni e delle manutenzioni effettuate. Nel momento in cui si scrive (giugno 2018) la strada è in discrete condizioni.  Se la guida diventasse troppo difficile o pericolosa, conviene parcheggiare la vettura e proseguire a piedi.

La strada termina all’ingresso di in un’area recintata, segnalata da un cartello, dove conviene, a chi ha guidato finora, parcheggiare la macchina. Le coordinate sono queste 40.667371,15.024606

Ingresso alla zona recintata e primo cartello.

Luogo dove si consiglia di parcheggiare la macchina.

Lasciata la vettura, tornare in dietro di qualche decina di metri e costeggiare a piedi la staccionata sul bordo sinistro di un boschetto di pini, come indicato in foto. Terminata la staccionata, proseguendo più o meno nella stessa direzione, si arriva al cartello n. 3, con coordinate GPS 40.667942,15.025653. Seguendo la piantina mostrata nel cartello 3, proseguire verso il cartello numero 5 e poi verso il n. 6, individuato dalle coordinate 40.667759,15.025679

.

Staccionata da seguire per avviarsi verso il castello.

Cartello n. 3 con relativa cartina.

Cartello n. 6 con relativa cartina.

Seguendo il sentiero in direzione NE si entra temporaneamente tra gli alberi finché si esce, dall’altro lato del boschetto, in un prato in pendio. Da qui si apre la vista alla parte centrale del castello, già mostrata nella foto in alto, all’inizio della pagina. Seguire il sentiero in salita ed entrare all’interno delle mura di cinta passando direttamente attraverso l’antico portone d’ingresso. Da qui si apre una vista spettacolare sulle rovine del castello e sulla Valle del Tusciano, di cui vi mostriamo varie foto.

Entrata del castello. Coordinate: 40.6687, 15.0274 

Foto 27-05-18, 19 56 46

Panorama verso la valle del Tusciano.

Locali interni del castello: archi ed altri dettagli